Come tagliare il formaggio?

Se tagliamo il formaggio senza osservare alcune regole rischiamo di non apprezzarne tutti i sapori. Il formaggio va infatti tagliato a seconda della sua forma e tenendo a mente i segreti della nonna!

Innanzitutto, utilizzate un coltello affilato e senza seghetto, avendo cura di pulirlo con un pezzetto di pane tra un taglio e l’altro per non alterare il gusto del formaggio.

I formaggi tondi o quadrati, come il Camembert o il Pont l’Évêque, vanno tagliati come si fa con le torte, partendo dal centro. Otterrete così una fetta a forma triangolare. Se il formaggio non è molto spesso (Coulommiers, ecc.), evitate di tagliare la punta del triangolo, mentre se è spesso (ad esempio il Petit Basque), potete tagliare la punta nel senso dello spessore.

I formaggi a forma rettangolare, come La Brique, vanno tagliati parallelamente al lato più corto. Se preferite la punta, tagliateli in diagonale.

Infine, i formaggi a forma triangolare (detti ‘a punta’, come il Brie o il Roquefort) possono essere tagliati a strisce, a spicchi o a ventaglio.

Basta seguire alcuni consigli e il gioco è fatto: la degustazione sarà degna dei più grandi formaggiai!

« Torna a tutti gli articoli

Altri articoli